Bruxelles

Museo Magritte

Reale e inconscio si mescolano nel surrealismo di Renè Magritte, geniale artista a cui la città di Bruxelles ha dedicato un museo diventato attrazione top!

Si sale in ascensore, si scende per le scale: la visita al Museo Magritte di Bruxelles inizia così, sottosopra, un po’ come l’arte del geniale artista a cui è dedicato.

Parte del prestigioso complesso dei Musei Reali delle Belle Arti del Belgio, una delle più importanti istituzioni culturali del paese, il Museo Magritte è la più vasta collezione al mondo dedicata al pittore Renè Magritte, l’artista che assieme allo spagnolo Salvador Dalì portò l’arte surrealista ai massimi livelli.

Visioni oniriche ma anche pragmatiche grafiche pubblicitarie: il museo è una panoramica completa sulla vita e sulla carriera di Magritte, eclettico artista che si cimentò nei campi più disparati.

Molti turisti lamentano che il museo è troppo buio. In effetti molte stanze sono volutamente poco illuminate per ragioni pratiche e simboliche: da un lato la necessità di conservare opere in carta particolarmente fragile, dall’altra la volontà di ricreare il mondo intimo e onirico di Magritte. La poca luce consente inoltre di puntare l’attenzione direttamente sulle opere.

Usciti da questo museo, avrete la straniante sensazione che l’assurdo del reale sia assolutamente normale.

La collezione del Museo Magritte

La collezione del Museo Magritte è un excursus affascinante che vi farà conoscere il pensiero di Magritte, i suoi temi ricorrenti, movimenti e artisti che più lo hanno influenzato e i numerosi campi artistici in cui si è cimentato. In esposizione troverete infatti dipinti, compresi alcuni tra i più famosi, ma anche disegni, sculture, poster pubblicitari, fotografie, film e spartiti musicali.

Il museo comprende anche la più ampia collezione al mondo di opere del periodo “vache”, importante perché in questo periodo lo stile dell’artista subì una nuova evoluzione. Grazie agli spunti derivati da disegni caricaturali e fumetti tanto amati dalla cultura popolare dell’epoca Magritte si fece più rapido, aggressivo e pungente.

Non aspettatevi di vedere quadri di mucche come soggetti delle opere “vache”: la parola vache in francese viene solitamente tradotta come mucca, ma in realtà ha vari significati. Magritte la usava per alludere ironicamente al movimento artistico dei Fauves, di cui le sue opere rappresentano una parodia.

L’itinerario museale si sviluppa dal piano superiore, a cui si accede tramite ascensore, ai piani inferiori, seguendo un percorso cronologico così suddiviso:

Biglietti d’ingresso

Il biglietto d’ingresso al Museo Magritte si può acquistare online oppure alle biglietterie del museo fino a mezz’ora prima della chiusura.

È possibile acquistare il biglietto singolo per la sola entrata al Museo Magritte o un biglietto combinato per altre sedi dei Musei Reali delle Belle Arti del Belgio.

Sono previsti sconti per adulti oltre i 65 anni e studenti fino a 26 anni in possesso di una carta studente internazionale. I bambini e i ragazzi fino a 18 anni entrano gratuitamente.

L’ingresso è gratuito anche per i possessori di Brussels Card, la carta turistica ufficiale di Bruxelles e per tutti ogni primo mercoledì del mese a partire dalle ore 13:00.

Sono disponibili ad un prezzo aggiuntivo audioguide in italiano e visioguide per non udenti in inglese.

Consigli per la visita al Museo Magritte

Ecco alcune informazioni che vi aiuteranno a vivere al meglio la vostra visita al Museo Magritte:

La storia

Una sala del Museo Magritte

Il Museo Magritte faceva originariamente parte del Museo d’Arte Moderna dei Musei Reali delle Belle Arti del Belgio.

Ben presto le altre sale del museo d’arte moderna si ritrovarono schiacciate dall’unicità di questa collezione e dalla volontà dei curatori di ampliarla continuamente. In maniera fin troppo evidente, il Museo Magritte meritava una sua propria sede.

Fu scelto l’elegante palazzo dell’ex Hôtel Altenloh in centro a Bruxelles, restaurato nel 1984 e usato come sede di mostre temporanee. Il Museo Magritte fu aperto al pubblico il 2 giugno 2009.

Nei primi otto anni di apertura il museo è riuscito a incrementare il numero di visitatori internazionali del 65% ed oggi viene visitato ogni anno da più di 300.000 persone da tutto il mondo.

Come raggiungere il Museo Magritte

L’ingresso del Museo Magritte si trova nella storica Place Royale (Konigsplein), nel centro di Bruxelles. Si può facilmente raggiungere in metro, tram e autobus. La stazione ferroviaria centrale di Bruxelles è a circa 10 minuti a piedi.

Nei pressi del museo si trovano anche tre parcheggi a pagamento.

Informazioni utili

Indirizzo

Rue de la Régence 3, 1000 Bruxelles, Belgio

Contatti

TEL: +32 2 508 32 11
Sito ufficiale

Orari

  • Lunedì: 10:00 - 17:00
  • Martedì: 10:00 - 17:00
  • Mercoledì: 10:00 - 17:00
  • Giovedì: 10:00 - 17:00
  • Venerdì: 10:00 - 17:00
  • Sabato: 11:00 - 18:00
  • Domenica: 11:00 - 18:00

Trasporti

Fermate Tram

  • Koning (108 mt)
  • Palais (212 mt)

Fermate Bus

  • Koning (21 mt)
  • Bozar (193 mt)

Dove si trova

Vedi gli Hotel in questa zona
Alloggi Museo Magritte
Cerchi un alloggio in zona Museo Magritte?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Museo Magritte
Mostrami i prezzi
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.5 su 8 voti

Attrazioni nei dintorni

Condividi