Grand Place

Tra le più belle piazze d’Europa e del mondo, la Grand Place, patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1998, è il cuore della città vecchia di Bruxelles e la sua principale attrazione.

Accessibile da uno dei 6 vicoli laterali, il miglior colpo d’occhio si ha da Rue des Harengs, la Grand Place è un ampio spazio rettangolare lastricato dove si affacciano edifici gioiello appartenenti ad architetture di 4 epoche diverse: rinascimento, barocco, gotico e Luigi XIV. Il punto focale è la guglia del Quattrocento dell’Hotel de Ville, il Municipio gotico, ma tutt’intorno si affacciano stupendi palazzi delle corporazioni, eretti tra il 1697 e il 1705, riccamente decorati con frontoni barocchi e statue.

Il momento migliore per visitarla è la sera quando i giochi di luce dell’illuminazione le donano un’atmosfera ancora più fiabesca.

La piazza è anche il principale mercato di Bruxelles e nel periodo invernale ospita uno stupendo mercatino di Natale. I ristoranti e caffè vicino al Grand Place meritano una visita se siete in zona, anche se un po ‘costosi, meglio dirigersi verso le strade che la circondano: Rue du Midi, Rue Marche aux Herbes e Rue du Lombard.

Cosa vedere nella Gran Place

Hotel de Ville

Il bellissimo edificio gotico del Municipio di Bruxelles, conosciuto come l’Hotel de Ville, si trova nella spettacolare piazza del mercato, la Grand Place, nel cuore della città vecchia.

Numerose sculture di nobili, santi e figure allegoriche adornano la facciata di questo edificio ricostruito in gran parte dopo un devastante incendio nel 1695. Tali lavori gli conferirono l’attuale forma a L grazie all’aggiunta dei due ali posteriori.

Il vero fiore all’occhiello è in ogni caso la torre in stile gotico brabantino, realizzata nel 1455 per sostituire il vecchio campanile. Alta 96 metri, la torre quadrata è sormontata da una statua di 5 metri di altezza dell’arcangelo San Michele, patrono di Bruxelles, che uccide un drago.

Le parti più antiche del Municipio sono l’ala orientale e una torretta, costruite tra il 1402 e il 1420 sotto la direzione di Jacob van Thienen. L’ala più corta è stata completata in 5 anni nel 1452. Pregiati arazzi del XVI, XVII, e XVIII secolo adornano le sontuose sale del municipio.

Musee de la Ville de Bruxelles

All’interno della Maison du Roi, un palazzo-gioiello neogotico ricco di archi neogotici, statue e piccole guglie che si affaccia sulla Grand Place, è ospitato il Museo della città di Bruxelles, un percorso museale dove sono esposte le antiche carte topografiche della città, vestigia architettoniche e dipinti che testimoniano la storia della capitale belga nel corso dei secoli.

Il palazzo del Musee de la Ville de Bruxelles è stato ricostruito nel 1873 secondo l’aspetto originale del XVI secolo.

Al piano terra si trova un interessante plastico della città, al primo piano le fasi dello sviluppo urbano di Bruxelles, al second piano la vita politica, economica e culturale della capitale belga. Una sala del museo ospita oltre 200 abiti del Manneken Pis, la statua simbolo della città.

Museo della Birra

All’interno dell’Arbre d’Or, la casa della corporazione dei birrai sulla Grand Place, non poteva che trovarsi il Museo della Birra.

Lungo la facciata di questo palazzo del 1698 potete osservare le piante di luppolo che si arrampicano sulle 4 colonne.

In realtà la struttura museale si trova all’interno delle cantine a volta del palazzo, piccole ma molto belle. L’ingresso comprende un boccale di birra da bere tra gli antichi attrezzi dei birrai del XVIII secolo.

Oltre al museo sono a vostra disposizione tre sale: la Sala dei Cavalieri, in onore del Cavalierato dei Brewers ‘Mash, la sala Gambrinus, detto il Re della birra e la Sala conferenze, principale luogo d’incontro dei birrai belgi.

Gli edifici che si affacciano sulla Grand Place

  • Maison du Roi, un trionfo di archi neogotici, statue e guglie di piccole dimensioni, sede del Musee de la Ville de Bruxelles.
  • Maison des Boulangers, della corporazione dei fornai.
  • La Brouette, la carriola, della corporazione dei fabbricanti di sego.
  • Le Sac, la borsa, della corporazione degli ebanisti.
  • La Louve, la lupa, della corporazione degli arcieri.
  • Le Cornet, il corno, della corporazione dei battellieri.
  • Le Renard, la volpe, della corporazione dei merciai.
  • L’Etoile, l’edificio più piccolo della piazza.
  • Le Cygne, della corporazione dei macellai.
  • L’Arbre d’Or, della corporazione dei birrai. Al suo interno si trova il Museo della Birra.
  • Le Pigeon, della corporazione degli artisti. Victor Hugo visse qui durante il suo esilio nel 1852.

Mappa

Cerchi un alloggio in zona Grand Place?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Grand Place
Mostrami i prezzi