Itinerario delle birre d’Abbazia

Al giorno d’oggi restano ancora 6 birrifici-monasteri trappisti in Belgio dove vengono prodotte dai monaci birre d’eccellenza con ingredienti semplici e genuini e ricette che si tramandano nei secoli.

Andate alla scoperta dei sapori e profumi intensi delle birre d’Abbazia, della loro corposità e della loro complessità, e nel contempo scoprite meravigliosi angoli del Belgio. Prevalentemente non filtrate né pastorizzate, queste birre contengono lieviti che permettono la loro maturazione anche dopo l’imbottigliamento.

Come per tutte le altre birrerie trappiste, la birra è venduta solo al fine di sostenere finanziariamente il monastero e alcune altre cause caritatevoli.

Primo Giorno: Bruxelles

Raggiungete Bruxelles e andate alla scoperta della meravigliosa capitale belga. Il primo giorno potete incominciare a familiarizzare con i sapori della cucina belga e con i profumi delle sue birre.

Secondo Giorno: Rochefort

Ritirate la vostra auto a noleggio e partite alla volta di Rochefort dove si trova una delle 3 abbazie della regione della Vallonia. Questa cittadina medievale si trova a 110 chilometri dalla capitale belga, mentre l’abbazia di Notre Dame de Saint Remy, dove la birra viene prodotta dal 1595 utilizzando l’acqua di un pozzo interno al monastero, dista dal centro appena 3 chilometri.

Le birre prodotte sono:

  • Rochefort 6, gradazione  7,5%, colore rossastro e leggermente amara;
  • Rochefort 8, gradazione 9,2%, colore bruno e leggermente fruttata;
  • Rochefort 10, gradazione 11,3%, colore bruno-rossastro.

Terzo Giorno: Orval

Di buon’ora ripartite alla vota dell’Abbazia d’Orval, a 85 chilometri verso sud, nelle Ardenne, vicino al confine francese. La Brasserie d’Orval è stata creata nel 1931 per finanziare i lavori di ricostruzione di Orval. La bottiglia a forma di birillo è stata progettata sia per essere accattivante sia per trattenere il sedimento di lievito quando la birra viene servita.

Il birrificio produce due birre trappiste:

  • Orval Trappist Ale, gradazione 6.2%, colore chiaro, leggermente torbido e molto schiumosa;
  • Petite Orval, gradazione 3,5%, acquistabile nel monastero o nel locale vicino.

Quarto Giorno: Chimay

Viaggiate verso nordovest per 114 chilometri per raggiungere Chimay, il viaggio sarà più breve se passerete per il territorio francese e la città di Charleville-Mézière, e una volta arrivate degustate le birre prodotte a Notre-Dame de Scourmont con acqua, malto d’orzo, amido di frumento, zucchero, luppolo e estratto di lievito.

Le birre, tutte ad alta fermentazione, sono:

  • Chimay Rossa, gradazione 7% , colore bruno, leggermente dolce e fruttata;
  • Chimay Blu, gradazione 9%, scura, leggermente amara;
  • Chimay Triple, gradazione 8%, colore arancio chiaro, dal gusto secco e di luppolo;
  • Chimay Dorée, gradazione 4,8%, di puro malto d’orzo e un po’ speziata, può essere bevuta solo nella vicina locanda Auberge de Poteaupré.

Quinto e sesto Giorno: Bruges e Westvleteren

Raggiungete la bellissima città di Bruges, a 200 chilometri di distanza, e ammirate il centro storico medievale interamente protetto dall’Unesco. La mattina seguente date una gita di un giorno al birrificio di Sint-Sixtusabdij van Westvleteren, a 50 minuti d’auto.

Il birrificio produce 3 tipi di birra:

  • Trappist Westvleteren Blonde, gradazione 5,8%, lager;
  • Trappist Westvleteren Otto, gradazione 8%, colore bruno;
  • Trappist Westvleteren dodici, gradazione 10,2%, bruna. Le bottiglie non hanno nessuna etichetta.

Settimo Giorno: Westmalle

Dirigetevi a Westmalle, a 30 chilometri a nord est di Anversa, e fate una sosta alla taverna Cafè Trappisten ai margini dell’abbazia.

Il birrificio produce tre birre:

  • Westmalle Dubbel, gradazione 7%, colore bruno-rossastro, fruttata e leggermente amara;
  • Westmalle Tripel, gradazione 9,5%, chiara, fruttata con un lungo retrogusto;
  • Westmalle Extra, gradazione 5%, con una disposizione molto limitata.

Ottavo Giorno: Achel

Proseguite per Achel, vicino al confine olandese, a 70 chilometri da Westmalle, fino al monastero di Sint-Benedictusabdij de Achelse Kluis, l’ultima tappa dell’itinerario birre d’abbazia.

Le principali birre sono:

  • Achel Blonde, gradazione 8%, bianca;
  • Achel Brune gradazione 10%, bruna;
  • Achel Extra, gradazione 9,5%, nera.

Nono e Decimo Giorno: rientro a Bruxelles

Rientro a Bruxelles, visita della città, pernottamento e partenza il giorno seguente.

Per approfondire: le Birre Belghe

Il Belgio è un paradiso per gli amanti della birra.

Radicata nella cultura del Paese, che tra le altre cose uno dei più grandi esportatori del mondo, la birra ha una tradizione che risale al Medioevo e sia che stiate a Bruxelles piuttosto che a Bruges, Anversa, Ostenda, Gand o altre città del Belgio potrete assaggiare dei prodotti strepitosi.

Durante il vostro viaggio potrete scegliere tra oltre 700 birre, prodotte in abbazie, castelli, aziende agricole, monasteri o in moderni birrifici, con diversi sapori: forti, leggeri, fruttati, dolci, amarognoli, complessi e così via. Se amate le rosse provate quelle delle Fiandre, se preferite le ambrate assaggiate quelle di Oudenaarde, mentre se amate le weiss sperimentate il birrificio a Hoegaarden.

In Belgio esistono 6 tipi di birre trappiste, cioè prodotte all’interno di monasteri dai monaci, e birre simili che sono commercializzati come Abbey.

Molte birre belghe vengono servite in particolari bicchieri di birra: la loro forma migliora il sapore della birra e sono progettati appositamente. Visitate una delle oltre 100 fabbriche di birra dove le sale di cottura centenarie sono veri musei del lavoro, o prendete parte ai festival della Birra nascosti in ogni angolo del Paese.